Blog in pausa per stesura tesi. Non vedo l'ora di tornare da voi, mi mancate Whispers!

domenica 29 luglio 2012

Medals and news from London!


Il 27 luglio 2012 ha avuto inizio la 30° edizione delle olimpiadi dell'era moderna.
Nella suggestiva atmosfera creata dal regista Danny Boyle, Londra diviene il cuore pulsante del pianeta, in un contesto storico piuttosto delicato la Gran Bretagna si vuole mostrare agli occhi dei popoli come una nazione solida e forte, capace di infondere la speranza per un futuro migliore.
Il tutto è iniziato con la rievocazione delle campagne inglesi, per un momento ho creduto potessero spuntare da sotto le colline gli hobbit, sembrava di trovarsi nella Terra di Mezzo, poi c'è stata una totale trasformazione della scenografia che ha visto il sorgere delle fabbriche che hanno dato il via alla rivoluzione industriale.
Tra citazioni di Shakespeare, la celebrazione del servizio nazionale e dell'ospedale pediatrico abbiamo avuto il piacere di ammirare l'immensa J.K. Rowling che leggeva alcuni versi tratti dalla favola di Peter Pan. Sono stati altri i momenti salienti della cerimonia tra cui l'ingresso spettacolare di sua maestà Elisabetta I, la quale è stata scortata dall'agente segreto più famoso del mondo ''James Bond'', i ''due'' hanno planato sullo stadio gettandosi dall'elicottero con il paracadute. A seguito della sfilata delle 205 delegazioni vi è stato il momento più emozionante della serata, l'accensione del braciere olimpico, il fuoco acceso a maggio ad Olimpia e giunto a Londra dopo un lungo viaggo, non ha visto un unico teodoforo finale, ma sono stati protagonisti di questo momento magico sette giovani promesse dello sport britannico.



Già il primo giorno dei Giochi Olimpici di Londra 2012, l'Italia ci regala un sogno: cinque medaglie conquistate tra arco scherma e pistola, due ori, due argenti e un bronzo.
Il primo oro arriva dalla squadra di tiro con l'arco, dopo una dura lotta contro la squadra statunitense. La meritata vittoria arriva grazie ai 10 punti conquistati da Michele Frangilli, che sommati al resto dei punti conquistati dagli altri due componenti della squadra, Marco Galiazzo e Mauro Nespoli, fanno raggiungere il punteggio finale di 219 punti, contro i 218 della squadra americana. Una lotta combattuta fino all'ultima freccia, una vittoria meritata e una grande gioia per il loro e nostro Paese.


L'oro del tiro con l'arco non è però la prima medaglia conquistata dagli azzurri.
Essa è infatti seconda all'argento di Luca Tesconi, che conquista il secondo posto del podio nella pistola 10 metri aria compressa, anche in questo caso dopo una gara combattutissima. Nella finale, ottiene la miglior prestazione nei dieci tiri, con 101,8 punti che lo fanno risultare il migliore tra i sette finalisti. Nonostante ciò, Tesconi non riesce a battere il sud coreano Jongoh Jin, che disponendo di quattro punti in più alle qualificazioni, ruba il primo posto al nostro azzurro che chiude con 685,8 punti, contro i 688,2 del rivale. Anche questa, comunque, una medaglia voluta, sudata e decisamente meritata!
Infine, in serata, l'Italia entra nella storia con il podio del fioretto femminile, interamente conquistato dalle atlete azzurre. Chiude al terzo posto la porta bandiera della cerimonia, Valentina Vezzali, che vince la sua quinta Olimpiade consecutiva recuperando ben quattro stoccate in soli dodici secondi, facendo stare con il fiato sospeso e gli occhi incollati allo schermo milioni e milioni di telespettatori. E poi, ecco che in finale si scontrano due ragazze nuove al mondo dell'Olimpiade, Arianna Errigo ed Elisa di Francisca, rispettivamente argento ed oro. Anche questa una finale emozionante, dove l'Errigo riesce a recuperare uno svantaggio di quattro stoccate e passare in vantaggio, anche se alla fine la vittoria va alla sua avversaria, una Di Francisca agguerrita che lotta fino all'ultima stoccata prima per arrivare nella sua prima, grande finale, e poi per uscirne vincitrice.

Cosa si può dire a tutti loro, che già solo nella prima giornata ci hanno regalato un sogno? Un semplice, se pur sentito, grazie non sarà mai abbastanza, probabilmente. Ci auguriamo che l'Italia, dopo questo grandioso inizio, continui su questa scia, lottando e conquistando medaglie, portando in alto il nome del nostro Paese.



Per altre foto, potete andare qui.





Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio per aver visitato il mio blog, spero lascerai una traccia del tuo passaggio. A presto :D