Blog in pausa per stesura tesi. Non vedo l'ora di tornare da voi, mi mancate Whispers!

venerdì 6 dicembre 2013

Movies' Whispers: Hunger Games - La ragazza di fuoco

Buonasera miei cari, sono contenta di vedere che l'iniziativa sugli "Oscar" vi stia piacendo e mi auguro continui ad attirare sempre più persone. In questo post vorrei riprendere una rubrica che per mancanza di tempo per un bel po' avevo messo da parte: "Movies' Whispers".
In questa rubrica, per chi non lo sapesse, recensisco alcuni film che ho visto o per lo meno dico il mio parere su di essi.
Protagonista di questo nuovo numero è la pellicola del momento: "Hunger Games: La ragazza di fuoco"

La ragazza di Fuoco

Chi mi conosce sa che sono follemente innamorata dei tre libri della Collins, così piccoli e pure così travolgenti e straordinari.
Già la trasposizione cinematografica del primo volume non mi aveva affatto deluso, mi era piaciuta ma nel secondo capitolo si sono decisamente superati, la scelta di Lawrance alla regia è stata perfetta (mi sa che gli altri fandom ce lo invidiano).
Quando mi sono seduta sulla poltrona ero super emozionata, avevo il cuore a mille. Le due ore e mezza non si sono sentite proprio, avrei voluto che la fine non giungesse mai.
Tutti coloro che hanno contribuito alla lavorazione del film sono stati eccezionali.
L'atmosfera carica di tensione dei distretti fuoriesce dallo schermo. Lo spettatore fin dai primi minuti è catapultato in una realtà drammatica, si sente vicino alla sofferenza delle persone costrette a subire le angherie di Capitol City. Se da una parte vi sono gli ambienti cupi e grigi dei distretti, dall'altra vi è la stravaganza e l'eccentricità del luogo dove ha sede il palazzo del presidente Snow. La capitale è rappresentata in maniera perfetta: una miriade di colori e luci danno vita ad una città nella quale " eccesso e superficialità" sono le parole d'ordine. Complimenti a coloro che hanno saputo ricreare perfettamente queste location, sembrava di rileggere le descrizioni accurate della Collins.
Truccatori, parrucchieri e stilisti sono stati semplicemente incredibili: gli abiti di Katiniss sono uno più bello dell'altro, che dire di quello da sposa che si trasforma in quello della ghiandaia imitatrice? Meraviglioso, credo che nemmeno l'autrice si era immaginata un vestito del genere.
Ora parliamo di lei della straordinaria Jennifer Lawrence, anche se giovanissima ha vinto tanti premi tra cui un meritatissimo premio oscar (è stata impeccabile nel "Lato Positivo"). Lei è nata per essere Katniss, sembra che questo personaggio le sia stato cucito su misura.
Per quanto riguarda la scena in ascensore (chi ha visto il film sa a cosa mi riferisco) è come se si fosse spogliata dei panni di Katiniss e con le sue esilaranti espressioni facciali sia stata semplicemente Jennifer.


La Lawrence è riuscita a mostrare perfettamente il coraggio di un'eroina che non ha paura di mostrare le sue debolezze, una ragazza che si ritrova sulle spalle una grande responsabilità: essere il simbolo di una ribellione attesa da anni, e che ora sta per esplodere poiché lee, "Ragazza di Fuoco", ha acceso la scintilla. E' stata la prima ad andare pubblicamente contro Capitol City, è divenuta un eroina malgrado non lo volesse divenire.
I due baldi giovani Peeta/Josh e Gale/Liam sono bellissimi e bravissimi. La Collins è riuscita a creare un
triangolo amoroso unico, poiché è impossibile provare antipatia per uno dei due ragazzi se si fa il tifo per l'altro.
Sono molto contenta che il copione abbia previsto più scene per Gale, il quale se pure ha avuto poche battute è stato toccante, ha dovuto rinunciare all'amore della sua vita per sempre e la sofferenza del personaggio traspare perfettamente dallo sguardo triste e magnetico di Liam.
Che dire di Josh se non che è stato anche lui perfetto, lui il ragazzo del pane che non esiterebbe a sacrificare la propria vita per Katniss, lui che prima dei 74° Hunger Games dichiarando il suo amore per lei le ha garantito l'affetto del pubblico ed il supporto degli sponsor. Il suo unico desiderio è stato sempre quello di far sopravvivere Katniss, se non è amore questo.
Anche gli altri tributi che hanno preso parte ai giochi della memoria sono stati impeccabili Sam è stato pazzesco nei panni di Finnick, uno dei personaggi che più mi ha conquistata di tutta la saga.
Potrei stare qui a parlare ore ed ore del resto del cast poiché tutti hanno svolto al meglio il loro ruolo a partire da Prim che da frangile ed ingenua bambina, sta diventando una giovane donna coraggiosasulle orme della sorella maggiore.
E' bello poter uscire dalla sala pienamente soddisfatti della trasposizione cinematografica di un libro, cosa che capita veramente di raro.
Questa pellicola è adrenalina allo stato puro, commovente, straziante e carica di pathos. 
Attendo con ansia il prossimo film, so che manca un anno ma il conto alla rovescia è già iniziato.

Sono ansiosa di sapere il vostro parere.
Baci!!




4 commenti:

  1. i miei livelli di esaltazione non sono alti come i tuoi, però anche a me è piaciuto decisamente. :)
    manca magari l'effetto sorpresa del primo, però come secondo episodio di una saga non è davvero niente male e fa salire l'attesa per il doppio capitolo finale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si in effetti sono apparsa abbastanza esaltata, ma sono queste le sensazioni che mi ha lasciato il film.. io ho seguito quasi tutte le saghe portate poi sul grande schermo, e mai nessuna trasposizione mi aveva lasciata così entusiasta.
      quando scrivo, mio difetto, mi lascio molto trasportare dalle emozioni ;)
      concordo col fatto che come nel libro, il finale abbia lasciato un senso di amarezza e desiderio per il prossimo capitolo! :D

      Elimina
  2. Mi è piaciuto moltissimo. Tornerei volentieri a rivederlo, ecco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con poche parole hai fatto capire perfettamente quanto ti sia piaciuto. peccato che io nono abbia molto capacità di sintesi ahahah

      Elimina

Ti ringrazio per aver visitato il mio blog, spero lascerai una traccia del tuo passaggio. A presto :D