domenica 14 giugno 2015

La rubrica dei lettori per i lettori #1

Buonasera Whispers, spero che a voi il week-end appena trascorso sia andato meglio del mio, venerdì con 38,5 di febbre ho dovuto sostenere un'esame all'università, fortunatamente è andato bene, ma ero un rottame.  Mi spiace non aver tempo per le recensioni, ma una volta giunta la sera sono così stanca dopo una giornata di studio da non riuscire a riordinare le idee. Spero, al più presto, di riuscire a recensire un film ed un libro. 
Tornando a noi, oggi voglio inaugurare una nuova rubrica, ne approfitto per ringraziare quanti con entusiasmo hanno accolto l'ultima apparsa sul blog, malgrado la mia poca presenza causa esami state mantenendo vivo il "Whisper" e ve ne sono immensamente grata.
"La rubrica dei lettori per i lettori" è tutta vostra, ad ogni numero io vi porrò una domanda che probabilmente vi porterà alla mente un libro che avete letto e che vi sentite di consigliare ad altri booklovers. 
Ad ogni nuovo post della rubrica raccoglierò tutti i suggerimenti da voi fatti nel corso del precedente numero, sono certa che quest'idea possa far scoprire a tutti i Whispers tante nuove interessanti letture.

Qual è un bel libro ambientato in una capitale?
Suggerite un titolo che possa consentire ad altri booklovers di viaggiare in giro per il mondo.

Se lo desiderate premete sul simbolo 1+ in fondo al post,
mi farebbe piacere avervi come lettori fissi del blog e vi invito sulla pagina del Whisper  e sul mio canale Ciak: un amore tra le pagine.

Buona serata Whispers.
Aspetto i vostri commenti.

13 commenti:

  1. Uh mamma. Non c'è niente di peggio di uscire di casa con la febbre alta, sopratutto se si deve fare qualcosa di stancante e in cui serve concentrazione come un esame!!

    Comunque.. Questa rubrica mi piace un sacco!! So già che avrò difficoltà ogni volta perché ci metto sempre un secolo a scegliere un titolo ahahah

    Ambientato in una capitale mi viene in mente 'Il messaggio greto delle stelle cadenti', che è ambientato a Roma, ma che purtroppo non mi è piaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è stato per nulla semplice sostenere l'esame con la febbre, fortunatamente è andato tutto bene :)
      Sono contenta che la rubrica ti piaccia, se io ho tempo solo per post lampo ci siete voi che colmate, per mia immediatamente sa fortuna, la mia assenza.
      il titolo mi ispira molto, mi informerò sulla trama :)

      Elimina
  2. Inverno a Madrid di CJ Samson. E' ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e tratta degli strascichi della Guerra Civile Spagnola, vista attraverso gli occhi di un diplomatico inglese di stanza a Madrid, di un suo amico, combattente delle Brigate Internazionali e prigioniero in un campo franchista, e della ex ragazza di quest'ultimo, ex infermiera della Croce Rossa, ora convivente con un businessman inglese compromesso con il governo di Franco.
    E' un po' triste e deprimente, ma e' molto ben scritto.
    Certe disgrazie della storia vanno affrontate e ricordate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con l'ultima frase.
      Ho un debole per i romanzi ambientati durante la seconda guerra mondiale, il mio libro preferito "il cavaliere d'inverno" non fa eccezione. Grazie per il consiglio :)

      Elimina
  3. A me viene in mente Anna and the french kiss (che spero di leggere presto) ambientato a Parigi *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il consiglio, ne ho sentito parlare molto bene :)

      Elimina
  4. Che bellissima rubrica! Stavo anch'io per suggerirti Anna and the french kiss, ma mi hanno preceduto. Ti propongo allora "Oro Rosso - Vivere e morire per il sushi" che è un thriller culinario che mi ha appassinato molto. Il personaggio principale, Xavier Kieffer, si muove tra le strade di Parigi e del Lussemburgo, offrendo delle bellissime descrizioni di vie, piazze e paesaggi. Arriva poi fino alla Sicilia e in un solo libro, si ha la possibilità di viaggiare per molti luoghi alla ricerca della soluzione di una morte apparentemente inspiegabile. Inoltre, se si ama il sushi, il libro fornisce molte informazioni sulla concezione giapponese della cucina. Se interessa a qualche lettore, qui c'è la mia recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corro a leggere la recensione, mai letto niente del genere, c'è sempre una prima volta.
      sono contenta ti piaccia la rubrica :)

      Elimina
  5. Scusate per il secondo post, ma continuano a venirmi in mente titoli.

    Io ho la mania, per ogni citta' che visito, di comprarmi un libro ambientato li', quindi questo e' praticamente un invito a nozze...

    Per Parigi, mi viene in mente "Parti in Fretta e Non Tornare" di Fred Vargas, un giallo molto cerebrale che ha come protagonisti tre storici e un poliziotto in pensione.

    Per Marsiglia, l'unico che mi viene in mente e' "La Trilogia di Marsiglia" di Jan-Calude Izzo, un trittico di gialli duri e piuttosto disincantati, scritti negli anni '90, che trattano temi come l'avanzata delle mafie, il degrado delle periferie, la risorgenza delle destre e persino il terrorismo islamico, oltre alla pervasivita' e banalita' del male nella vita umana e all'impossibilta' dell'amore. Sono un po' deprimenti, ma carichi di atmosfera.

    Per Barcellona, "Tre Indagini di Petra Delicado", di Alicia Gimenez-Bartlett, edito da Sellerio. Sono sempre gialli, e la protagonista e' una poliziotta reduce da un divorzio che cerca di trovare una nuova direzione alla sua vita sentimentale e non.

    Per Cordoba "Il Giocatore Occulto" di Arturo Perez-Reverte, giallo storico ambientato all'epoca delle Guerre Napoleoniche, durante l'assedio francese alla citta'. E' un po' crudo e claustrofobico, ma molto interessante perche' da' uno spaccato della vita in citta' all'epoca.

    Per Londra, consiglio sia "Nessundove" di Neil Gaiman, che "I Fiumi di Londra" di Ben Aaronovitch, due tra i titoli urban fantasy meglio riusciti. Entrambi sono riusciti a farmi vedere la citta' con occhi diversi. Il secondo lo consiglio particolarmente.

    Per Vienna, assolutamente "La Cripta dei Cappuccini", di Joseph Roth, anche se non l'ho mai letto. Le ragioni le potete leggere qui: http://entropiagroup.blogspot.co.uk/2015/05/in-realta-e-tutta-colpa-di-mia-sorella.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow quanti titoli, grazie di cuore.
      Io non ho mai letto gialli, non è un genere che mi affascina, ma i titoli urban fantasy mi ispirano molto.
      Grazie ancora :)

      Elimina
    2. Comunque hai una bellissima abitudine, nei prossimi viaggi sono certa che farò lo stesso :)

      Elimina
  6. Ciao Jo, ho pensato che sarebbe stato carino mettere le recensioni su una mappa vera e propria.
    Ho iniziato a farlo a questo link: https://www.google.com/maps/d/edit?mid=zU5LTO-39Qu8.kcqQbticGoSY
    Se a te e ai tuoi lettori va di aiutarmi fatelo pure. Piu' siamo piu' ci si diverte.

    RispondiElimina

Ti ringrazio per aver visitato il mio blog, spero lascerai una traccia del tuo passaggio. A presto :D