sabato 25 luglio 2015

Recensione "I piaceri della notte" di Sylvia Day

Anche Beil, il mio socio, è dispiaciuto poiché ha contribuito
a scrivere una recensione negativa.
Buonasera miei cari Whispers, qui il caldo non ci concede una tregua, lì da voi com'è il meteo? Io mai come quest'anno ho raggiunto il record dell'abbronzatura, che meraviglia non essere pallida tutto l'anno. Anche quest'oggi vi lascio con una delle tante recensioni arretrate, il libro mi è stato gentilmente spedito dalla Harlequin Mondadoricasa editrice sempre disponibile con noi blogger, che ringrazio di cuore. Sfortunatamente quella che segue è una recensione dai toni molto amari. Non è mio solito risultare tanto acida, ma nel momento esatto in cui ho aperto questo blog, mi sono promessa di essere sempre onesta con i miei lettori.

"I piaceri della notte" di Sylvia Day
Acquista
In un mondo parallelo al nostro, i Guardiani dei Sogni combattono contro gli Incubi per salvaguardare gli umani. La bella Lyssa Bates non sa di essere una pedina importante in questo gioco. Quello che sa è che nei suoi sogni le appare un uomo passionale e virile, che le dona piaceri indicibili. Quando il protagonista di quei torridi amplessi si presenta alla sua porta, Lyssa è sempre più turbata. Lui è l'aitante Aidan che combatte le sue battaglie e cerca di vincere anche l'istinto che lo porta a proteggerla, ad amarla... Ma il mistero s'infittisce: qual è il vero motivo per cui Lyssa è in pericolo? In una lotta senza esclusione di colpi in cui il confine tra nemici e alleati è sempre più labile, il vero rischio è non riuscire a salvare una passione per cui vale la pena tentare il tutto per tutto.


Recensione
Questo è un romanzo piccante. 
Un romanzo che desidera incendiare gli animi delle lettrici.

Le premesse di trovarsi dinanzi ad una lettura piacevole ed accattivante c'erano tutte, peccato che si sia acceso un debole focolare che ben presto ha lasciato posto ad una colonna di fumo.
Prima d'ora non avevo mai letto niente di Sylvia Day, spesso ho sentito parlare della sua saga Crossfire tanto apprezzata dai lettori, ero curiosa di leggere qualcosa di quest'autrice.
Il mio errore probabilmente è stato quello di iniziare a conoscerla propria da questo romanzo.

La trama, ovviamente, mi aveva molto incuriosita l'eros miscelato con il fantasy avrebbe potuto dar vita ad un romanzo coinvolgente. Sfortunatamente l'ingrediente erotico è stato utilizzato in una dose eccessiva, rispetto al secondo.
I primi capitoli mi hanno fatto ben sperare, la Day aveva puntato i riflettori sul tema del sogno, su come gli incubi cerchino di insinuarsi in esso, su come l'insonnia minacci lo stato psicofisico delle persone.  Con tutta questa carne al fuoco l'autrice avrebbe potuto creare una storia dai risvolti oscuri e misteriosi, che senz'altro mi avrebbe tenuta incollata alle pagine.

Le vicende dei due protagonisti ruotano esclusivamente intorno alla reciproca attrazione fisica, non riescono a resistere alla tentazione di abbandonarsi l'uno tra le braccia dell'altra nemmeno per un arco di tempo insignificante. L'autrice ha dato vita ad una coppia che potrebbe appartenere alla progenie degli dei, infatti sono entrambi di bell'aspetto: lei è un'avvenente veterinaria, lui, invece, è l'ennesimo ragazzo dalla bellezza disarmante, uno dei tanti in cui è facile imbattersi tra le pagine di un libro.
La passione tra i due infiamma sin da subito le pagine del libro, e sarà l'elemento dominante di tutti i capitoli. I miei occhi, nemmeno in un secondo momento, hanno visto sbocciare un sentimento tra i due, ma come un terzo incomodo erano costretti a sorbirsi una coppia in preda agli impulsi primordiali: il loro pensiero fisso era fare "sesso". I due protagonisti non facevano l' "amore", quell'atto magico, al di fuori del tempo e dello spazio, in cui due persone divengono un'unica cosa; loro due facevano sesso. Non ho visto una storia d'amore che mi ha fatto palpitare.

L'elemento fantasy avrebbe potuto risollevare le sorti di questo romanzo, poiché l'intuizione avuta dalla Day mi è sembrata piuttosto originalmente, peccato sia stata tratta in modo del tutto superficiale, rilegata in secondo piano, quando avrebbe meritato maggior spazio.
Altra pecca del romanzo sono i personaggi secondari, semplici comparse nei capitoli.

Avrei voluto un finale chiuso e decisamente migliore.
Avrei preferito più "magia" e meno eros. 
Avrei gradito più emozioni e meno gemiti sotto le lenzuola.

Il mezzo voto in più è doveroso aggiungerlo poiché quest'autrice ha uno stile che mi è piaciuto, molto speziato, avrebbe potuto fare di più. 
Forse sarà proprio la sua penna a spingermi, in un futuro molto lontano, a leggere un altro suo libro.

Ok forse ho un tantino esagerato, nella vita non sono mai così acida, ma questo romanzo è stato un enorme delusione.
Lo consiglio solo a quanti non sono alla ricerca di una storia di spessore, ma solo di una lettura in grado di far divenire l'estate molto bollente.

Aspetto di sapere il vostro parere, forse sono l'unica arpia che lo ha bocciato.
Fatemi sapere se avete letto altro della Day.


 1/2

Se lo desiderate premete sul simbolo 1+ in fondo al post,
mi farebbe piacere avervi come lettori fissi del blog e vi invito sulla pagina del Whisper  e sul mio canale Ciak: un amore tra le pagine.

Buon sabato seraWhispers.





Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio per aver visitato il mio blog, spero lascerai una traccia del tuo passaggio. A presto :D