Blog in pausa per stesura tesi. Non vedo l'ora di tornare da voi, mi mancate Whispers!

domenica 31 luglio 2016

Blogathon - Aspettando “Harry Potter and the Cursed Child” - Curiosità su J.K. Rowling

Quest'oggi esce nel Regno Unito l'attesissimo ottavo capitolo della saga “Harry Potter and the Cursed Child - parts I & II”, per l'occasione insieme ad un gruppo di blogger abbiamo deciso di creare per voi lettori un meraviglioso viaggio nell'universo creato dalla Rowling. In Italia la Salani pubblicherà il romanzo il 24 settembre. Passate dal post di lancio del Blogathon per non perdervi nessuna tappa: il treno per Hogwarts sta per partire, affrettatevi al binario 9 3/4.
Un nome che è diventato leggenda, una saga che ha fatto la storia, una donna che con la sua penna ha conquistato il mondo: semplicemente J.K. Rowling. Scopriamo qualcosa in più riguardo alla vita della nostra amata autrice che oggi compie gli anni, nello stesso giorno del suo figlio di carta, inchiostro e magia: Auguri J.K. Rowling, auguri Harry Potter. Vi confesso che io vorrei tanto venisse realizzato un flm su di lei, come protagonista vedrei bene Cate Blanchett.
  • Peter James Rowling e Anne Volant Rowling si sono conosciuti su un treno che partiva dalla stazione londinese di King's Cross, luogo cruciale nella saga del maghetto.
  • Scrive da sempre, all'età di sei anni ha ideato la storia di Rabbit, un coniglio malato di morbillo.
  • La Rowling trascorre l'infanzia a Winterbourne dove stringe amicizia con due fratelli: i Potter.
  • Uno degli oggetti più preziosi che possiede è una rara prima edizione di un romanzo di Jane Austen, la sua autrice preferita: "Ho letto tutti i suoi libri tante di quelle volte da aver perso il conto". I personaggi che la rispecchiano maggiormente sono Elizabeth Bennet e Jo March, due eroine coraggiose ed intraprendenti, alla seconda, ovviamente, l'accomuna la forte passione per la scrittura.
  • Il preside delle scuole elementari è stato l'ispirazione per il personaggio di Albus Silente, il suo migliore amico per Ronald Weasley ed il suo professore di biologia, con cui non aveva buoni rapporti, è stato indispensabile nella realizzazione del personaggio di Severus Piton.
  • Durante gli studi universitari non aveva molti soldi, nelle occasioni speciali regalava agli amici suoi racconti.
  • "Per Hermione invece ho trovato l'ispirazione in me stessa: Hermione è proprio com'ero io all'età di 11 anni. Certo, molto più intelligente..."
  • Dopo la parentesi portoghese, ed il divorzio avvenuto ad un anno di distanza dalle nozze, la Rowling si trasferisce ad Edimburgo con la figlia. Senza lavoro, con una bambina da crescere, si trova costretta a pagare l'affitto con gli assegni di disoccupazione. Vive un periodo di forte depressione, durante il quale nascono i Dissennatori
  • La Rowling ricorda come la stesura del primo romanzo l'abbia salvata e come (riferendosi alla figlia Jessica) "...era una sorpresa ogni mattina vederla ancora viva", convinta in quel tragico periodo che tutto dovesse andare storto.
  • Per far addormentare Jessica la Rowling le raccontava frammenti della saga ancora non scritti
  • Molte case editrici hanno rifiutato il primo romanzo etichettandolo come "fin troppo lungo". Nel 1997, una casa editrice poco nota, la Bloomsbury ha accettato il manoscritto, dando vita al fenomeno letterario più importante degli ultimi decenni.
  • Lo pseudonimo della Rowling "J,K," è stato richiesto dalla casa editrice, preoccupata che il target giovane a cui era indirizzato il romanzo, non accettasse una scrittrice donna. La K. presente nel nome è un omaggio all'adorata nonna Kathleen.
  • Albus Silente è omosessuale: "Tutti erano soprattutto interessati alla sorte di Harry, più che alla vita amorosa del suo maestro. Fino alla serata alla Carnegie Hall, dove una teenager ha preso il microfono e ha chiesto se Silente avesse mai avuto una storia d'amore. Ho risposto sinceramente: nella mia testa il personaggio era così."
  • Scrive tutti i suoi romanzi rigorosamente a mano: "Solo alla fine riverso tutto nel mio pc. Per Harry Potter e i doni della morte, le ultime quattro settimane ho affittato una stanza al Balmoral Hotel, ci andavo soltanto il giorno, come in un ufficio: se volevo un caffè bastava chiedere, mi sentivo accudita. Un modo davvero lussuoso di finire un libro."
  • Il giorno dell'uscita di "Harry Potter e il prigioniero di Azkaban" è stato richiesto alle librerie inglesi di vendere il libro ai bambini solo dopo la fine delle lezioni, così da evitare che tutti marinassero la scuola.
  • Si racconta sia stata offerta alla Rowling la parte di Lily Potter, ovviamente lei ha rifiutato.
  • La Rowling ha aiutato Evanna Lynch, interprete di Luna Lovegood, a combattere l'anoressia: "Mi disse che l'anoressia è distruttiva, non creativa, e che non avrei dovuto soccombere ad essa. Le dissi anche che mi avrebbe fatto piacere recitare e lei mi incoraggiò, ma sottolineò che per farlo avrei dovuto stare bene. Alla fine, credo che sia anche per questo motivo che sono guarita"
  • La Rowling aveva confidato ad Alan Rickman tutta la verità sul personaggio di Piton già dal primo film.
  • Tra i romanzi che ha scritto tre sono quelli che preferisce: il primo e l'ultimo della saga di
    Harry Potter, il primo le ha cambiato la vita mentre l'altro è stata la conclusione di un viaggio meraviglioso; ed infine è molto legata al "Seggio Vacante" firmato con lo pseudonimo di Robert Gallbraith perché ha sancito un nuovo inizio.
  • Ha scritto la sceneggiatura di "Animali fantastici e dove trovarli", si prevede una trilogia. La pellicola uscirà in Italia il prossimo novembre.


Se lo desiderate premete sul simbolo 1+ in fondo al post, mi farebbe piacere avervi come lettori fissi del blog e vi invito sulla pagina del Whisper e sul mio canale momentaneamente in letargo Ciak: un amore tra le pagine.
Buona giornata Whispers.

5 commenti:

  1. Adoro scoprire curiosità sugli autori che amo!
    Bell'articolo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, adoro scoprire tante news :)

      Elimina
  2. In effetti non mi ero mai posta il quesito sulla sessualità di Silente, ma pensandoci è piuttosto plausibile: ce lo vedo bene!
    Complimenti per l'articolo, molto interessante!

    RispondiElimina
  3. Un post degno della Rowling. Adoro come lei il primo romanzo, ma il mio preferito è il terzo *w*

    RispondiElimina

Ti ringrazio per aver visitato il mio blog, spero lascerai una traccia del tuo passaggio. A presto :D